Geranio Zonale rosso

2,50

Vaso: 12

Il pelargonium o anche chiamato geranio zonale è una pianta di origine sudafricana, della famiglia botanica delle Geraniaceae, molto diffusa nel nostro Paese.

E’ chiamato così per via della zona scura presente al centro dei petali, simile ad una macchia con sfumature.

Il geranio zonale è una pianta sempreverde a portamento cespuglioso, alta in genere 30-60 cm ma che può arrivare fino ad 1 metro, molto apprezzata per la frequenza ed abbondanza delle fioriture e la bellezza dei fiori. Le foglie, larghe 8-13 cm sono rotonde o a forma di cuore
La pianta di geranio zonale deve essere tenuta in un luogo esterno, esposto al sole, ben ventilato e poco umido, e ritirata in casa solo nella stagione invernale, in presenza di freddo intenso. Ideale dunque per terrazzi, balconi, giardini o davanzali.

I fiori di 2-4 cm sono raccolti in ombrelle tondeggianti con diametro fino a 10 cm in cima a steli rigidi di varia lunghezza. Possono essere a corolla semplice o doppia e possono assumere una gran varietà di tonalità di colori tra bianco e rosso, a volte sono anche bicolori. La fioritura, ricca e vistosa, avviene di norma dalla primavera all’autunno ma nelle condizioni di coltura ottimali può durare anche tutto l’anno.

Il terriccio da utilizzare è un terreno per piante fiorite.

Le concimazioni dovrebbero essere settimanali con fertilizzante liquido almeno durante il periodo vegetativo. Occorre fare attenzione ad inumidire il substrato prima di fornire il concime per evitare di bruciare le radici. Per quanto riguarda l’annaffiatura, effettuata con acqua poco calcarea, bisogna evitare il ristagno idrico ma mantenere sempre la giusta umidità del terriccio. La pianta va preferibilmente bagnata di sera perché il sole potrebbe far rapidamente evaporare l’acqua. Non bisogna bagnare i fiori e le foglie per evitare l’attacco di malattie fungine

Affinché il geranio zonale resti sano ed abbia un’adeguata crescita, occorre eseguire una regolare pulizia e potatura. I fiori appassiti vanno staccati, come anche le foglie secche e tutte le parti danneggiate e malate. Per favorire la ramificazione e l’apertura delle gemme, bisogna effettuare la cimatura dell’apice dei rami. Il geranio può essere soggetto a malattie tra le quali il marciume delle foglie. In tal caso queste devono subito essere asportate e l’innaffiatura ridotta. La parte inferiore delle foglie può essere colpita dalla ruggine, che si manifesta con macchie rossastre. In questo caso è bene ricorrere ad un prodotto fungicida. Se la muffa grigia attacca le foglie del geranio, bisogna combatterla con fitofarmaci specifici.

Disponibile

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Geranio Zonale rosso”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × quattro =