Noce

18,00

Vaso: 24       Anni: 3

L’albero di noce proviene dal continente asiatico e , in modo particolare, dalle pendici dell’Himalaya.

Si tratta di una pianta, ad ogni modo, che proprio per la sua grande resistenza ad ogni tipo di evento climatico, riesce anche a svilupparsi all’interno di zone caratterizzate da un clima tipicamente freddo. Ad ogni modo, la pianta del noce predilige tutte quelle zone che sono caratterizzate da un clima mite e non eccessivamente umido.

Le piante di noce devono essere collocate a dimora non ad una profondità troppo elevata, dal momento che sono sufficienti 12-15 centimetri di terra che ricoprono le radici. E’ necessario sottolineare come, fin dal primo anno di vita, si deve prestare particolare cura a questa pianta e, di conseguenza, si dovrà provvedere all’esecuzione di un numero di interventi che rappresentano la cosiddetta potatura verde.

Il primo intervento di potatura deve essere eseguito nel momento in cui i germogli arrivano a svilupparsi fino ad una lunghezza pari a 20-25 centimetri, in maniera tale da poter decidere quale sia il prolungamento migliore per quanto riguarda il fusto.

In questa fase, il suggerimento è quello di provvedere a rimuovere tutti i polloni, così come a ridurre gli altri rami di almeno due foglie dall’asse centrale.

Il secondo intervento di potatura deve essere svolto nel corso del mese di luglio, ovvero nel momento in cui si verifica l’altra ripresa vegetativa, in maniera tale da garantire uno sviluppo ottimale al germoglio centrale.

Una pianta di noce, nel momento in cui si trova nel pieno della sua fase produttiva, può arrivare a garantire uno sviluppo di frutti pari a 50-70 kg. La raccolta dei frutti è un’operazione che deve essere eseguita nel periodo compreso tra la metà del mese di settembre e gli ultimi giorni del mese di ottobre.

La noce è un frutto ricco di nutrienti: proteine, grassi insaturi che prevengono il colesterolo, fibre, zuccheri, sali minerali e vitamine.

Irrigazione. Le piante giovani traggono molto beneficio dall’irrigazione, soprattutto nei periodi di siccità prolungata. Anche dopo questa fase è importante che l’acqua non manchi nel periodo di aprile-maggio, perché è necessaria alla produzione di noci di calibro buono. Come sempre, consigliamo di intervenire sotto chioma evitando di bagnare la parte aerea. delle varietà di noci.

Disponibilità: Solo 3 pezzi disponibili

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.